Disclaimer Alcune foto presenti in questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i propri diritti d'autore può contattarmi per chiederne la rimozione. chiamamiaquila | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

chiamamiaquila
pensieri........ed altro
17 luglio 2009
Ciao
Un ciao a tutti....




permalink | inviato da chiamamiaquila il 17/7/2009 alle 21:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
5 giugno 2009
DI CHI STIAMO PARLANDO.....

Mi è difficile credere che la metà degli Italiani seguono un imbonitore che un giorno dice una cosa e il giorno dopo la smentisce. Altrettanto difficile da credere che un uomo di stato nel 2009,con i fatti e non solo con le parole, si scandalizza nel vedere un mondo e di conseguenza un Italia multietnica. E' difficile anche capirlo, anche quando parla di energia, si affida al nucleare (nonostante il voto contrario espresso in una consultazione referendaria), anzichè imboccare il solare, l'eolico, e tutte le altre fonti energetiche non inquinanti.  Questo proprio quando i paesi più avanzati hanno capito che è la sola e l'unica via per non distruggere il pianeta. Faccio altresì fatica a capire  perchè molti miei connazzionali continuano a votare un uomo che è a suo stesso dire il più indagato di Italia. Certo ora come ora è un uomo libero, ma non sarà per caso mertto delle leggi ad personam, che lui stesso ha fatto varare? Una cosa è certa, mi viene facile credere che sia sceso in politica esclusivamente per i suoi interessi. Come fà una persona del genere a prendere in giro impunemente gli Italiani!?




permalink | inviato da chiamamiaquila il 5/6/2009 alle 20:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa
25 aprile 2009
Immaggina....
Difficile immagginare quel che ci può capitare. A volte è difficile anche solo provare ad immagginare. Ma mentre i grandi , si prodigano per far soffrire di più quelli che soffrono. Cercando di metterci qualche pezza ai disastri economici ed ambientalidi questo povero pianeta, dove vige il detto "la diseguaglianza è  uguale per tutti". Allora non mi resta che affidarm al sogno di un grande.... 



<object width="580" height="360"><param name="movie" value="http://www.youtube-nocookie.com/v/qq7qZrXYtvk&hl=it&fs=1&border=1"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube-nocookie.com/v/qq7qZrXYtvk&hl=it&fs=1&border=1" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="580" height="360"></embed></object>
John Lennon



permalink | inviato da chiamamiaquila il 25/4/2009 alle 20:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (36) | Versione per la stampa
8 aprile 2009
UN AUGURIO....

Ciò che auguro agli abbruzzesi, è che la solidarietà del popolo italiano non si perda in mille rivoli . Questo è ciò che di solito accade quando disgrazie come il terremoto (che a mia volta ho provato sulla mia pelle da adolescente). Rivoli di aiuti che vengono incamerati e distribuiti non sempre con equità. Auguro agli Abbruzzesi di non passare anni ed anni in tende e prefabricati, prima che qualcuno si impegni seriamente ad una ricostruzione antisismica. Le parole stanno sempre a zero se non sono seguite da fatti concreti e decisi.




permalink | inviato da chiamamiaquila il 8/4/2009 alle 19:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa
25 marzo 2009
Quello che sarà sarà.....
Che ne sarà di questo mondo...il narcisismo dell'uomo raggiunge le stelle, confinandolo erroneamente ad una specie di essere supremo. Che ne sarà dell'amore che pur siedendo al tavolo insieme all'odio da quest'ultimo ne è fagocitato. Che ne sarà della speranza, venduta in televisione o in tabaccheria, sotto forma di un quitz televisivo o di un biglietto della fortuna? A volte ho la senzazione che l'uomo abbia dimenticato i valori della vita. Di essere stato dato in prestito alla vita e alla natura tutta. La natura, fà il suo corso. Con disgeli e desertificazioni, con fame e sete.
La terra che calpestiamo, è una madre che dispensa vita, amore, speranza e nutrimento. Perchè umiliarla e soffocarla con asfalto e cementificazione senza senso?
Concludo questi miei pensieri dicendo quello che tutti pensate , tanto non accadrà a me ...non accadrà domani...



permalink | inviato da chiamamiaquila il 25/3/2009 alle 16:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
15 marzo 2009
SORELLE....

Cosa abbiamo in comune noi esseri viventi? L'appartenenza ad una

razza,  ad  ideologie diverse
 .  Ma tutti abbiamo in comune una cosa.

La vita e la morte. Questo dovrebbe bastarci a farci riflettere, in

quanto l'inizio di una nuova vita porta inevitabilmente alla conclusione

della stessa. Spesso trascuriamo ciò che la vita e la morte hanno in

serbo per noi. Vita e morte, due sorelle che giocano con il giocattolo

umano a dispetto della volontà dello stesso.

Dolore, angoscia odio e vendetta sono cicatrici che solo la

sopportazione, la serenità l'amore e il perdono possono mitigare.

Il ricordo deve essere in noi sempre presente poichè, è molto facile

che un domani non ci potrà più essere




permalink | inviato da chiamamiaquila il 15/3/2009 alle 11:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
1 marzo 2009
UN GIORNO DOPO L'ALTRO...

Il sole tramonta dietro le montagne, nasce così una nuova alba.

 Il sole nascosto tra nubi cerulee mi  dice
 che un'altro giorno

 è passato. Domani....già domani sarà un'altro giorno. Un altro

lunedì, un lunedì di un'altra settimana. Aspetto serenamente

 che questa vita scorra, così come deve scorrere. A nulla serviranno

 rimpianti o rimorsi. Ciò che è stato fatto è fatto. Il vento porterà

 via con se i nostri segreti più intimi insieme alla nostra polvere.




permalink | inviato da chiamamiaquila il 1/3/2009 alle 19:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (27) | Versione per la stampa
15 febbraio 2009
Ricordando....

Quando l'inverno stà per finire

e la primavera è ancora lontana.

Le goccie di una perseverante pioggerellina

fa sentire il suo ticchettio sui vetri, come una melodia solitaria.

Distendo le mie membra su di una comoda poltrona.

Chiudo gli occhi, comincio così il mio viaggio nel tempo.

Una musica rilassante riempie di note la mia camera.

Ritrovo luoghi a me cari, amici ed amiche perse lungo un tragitto

imperscrutabile. Senzazioni ed emozioni di un tempo che fu.

La musica è finita, riapro gli occhi tornando alla realtà dell'oggi.

A quella quotidiana, che può apparire insulsa, ma che ricorderò come una

dolce compagnia...





     




permalink | inviato da chiamamiaquila il 15/2/2009 alle 9:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (26) | Versione per la stampa
4 febbraio 2009
Non so ....

Mentre te ne vai, un brivido di freddo mi assale.

Un brivido carico di nostalgia.

Non hai saputo dirmi, perchè o per come, ne per chi mi lasci.

Tutto è finito. Ti ridarò la la tua vita e la tua libertà, ripigliandomi la mia.

Soffrirò, non so per quanto...ma tutto passerà!

Tornrrò a vivere sreno, anche se di tanto in tanto, il tuo volto ormai
 
sbiadito, comparirà nei miei sogni. Non so per come e per quanto.

Ma tutto passserà




permalink | inviato da chiamamiaquila il 4/2/2009 alle 14:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
29 gennaio 2009
Pensando ai bambini...

L'altro ieri la giornata della memoria è stata funestata da dichiarazioni di diverso tipo.
Qullo che mi ha stupito maggiormente è stata l'affermazione da parte di un esponente del clero cattolico che ha messo in dubbio l'olocausto. Ma non è stato certamente solo questo pensiero che mi ha portato a pensare e a scrivere questo post. Ciò che mi ha dato da pensare sono stati i bambini. Si,  i bambini morti a migliaglia nei forni crematori da parte di un folle che risponde al nome di Adolf Hitler e ai suoi proseliti.
Bambini che non hanno potuto godere del dono della vita fino in fondo. Lo stesso popolo che ha avuto il maggior numero di perdite a causa di quella follia, si è macchiato dello stesso crimine, spezzando a sua volta centinaia di vite di bambini arabi.
La guerra è di per sè il fallimento del dialogo, ma cosa c'entrano persone che non sanno neanche di cosa si parla? Chissà se i bambini israeliani e bambini ebrei uccisi stanno ora giocando insieme. Una cosa è certa non ci sono più... di loro rimane solo l'idea della fillia umana.
 




permalink | inviato da chiamamiaquila il 29/1/2009 alle 19:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Inserire una riga sotto
Eliminare riga
Inserire colonna a sinistra
Inserire colonna a destra
Cancellare colonna
Unire celle orizzontalmente
Unire celle verticalmente
Dividere cella
Eliminare cella
Proprietà della cella
Mostra/Nascondi bordo
Proprietà della tabella
lA MIA E-MAIL
RCHIAMAMIAQUILA@GMAIL.COM